Cena con amici:

ricette, menù e tante altre idee per fare bella figura con i tuoi amici in cucina

Cena con amici: Benessere a tavola
Ricetta “clou” e abbinamenti inusuali: i trucchi per una cena eccellente
A cura di

Vivien

Chef

Vivien Reimbelli, completa poi la propria formazione dapprima in Umbria dove si diploma all'istituto alberghiero, per poi approfondire in Gran Bretagna lo studio delle cucine classiche lavorando nelle principali catene di ristorazione

LO SAI CHE..

Arrivare a tavola con una ricetta speciale e osservare lo sguardo stupito dei nostri ospiti, o sentire l'amica brava in cucina che chiede: “Ma come l'hai fatto?”. In effetti è una bella soddisfazione quando i commensali manifestano di gradire un pranzo o una cena preparati da noi. Ma quali sono i requisiti necessari per ottenere un risultato da vero Gourmet? Innanzitutto, come spesso accade in cucina, è necessaria una corretta pianificazione del menù.
Il consiglio è sempre il solito: identificare una ricetta “clou” sulla quale concentrare i nostri sforzi e la nostra creatività, completando il menù con pietanze meno impegnative, ma dal risultato certo. 
Un esempio: fate come antipasto una insalatina di gamberi o pesce affumicato o, in alternativa, qualche fetta di torta salata. Proseguite con un primo o anche direttamente un secondo sul quale applicarvi particolarmente e concludete con un dessert, che potrebbe anche essere della frutta con una pallina di gelato o una crema dolce con dei biscotti sbriciolati.

IN CUCINA

Parliamo di ricette d'effetto: come fare a rendere speciale una nostra preparazione?
Sicuramente un abbinamento inusuale può aiutare, così come un ingrediente ricercato o reso particolarmente raffinato. Per esempio, una salsa di pomodoro frullata con il frullatore a immersione, con l'aggiunta di basilico e olio extravergine a crudo, darà vita a una mousse soffice che potrà accompagnare gustosi primi piatti rendendoli speciali.
E, visto che nel nostro paese la pasta la fa da padrona, per una cena importante prediligete la pasta ripiena, che con poco impegno dà sempre una sensazione di ricercata opulenza.
Per dare quel tocco da chef ai nostri piatti possiamo ipotizzare dei condimenti che, oltre a essere gustosi, siano anche inusuali e affascinanti dal punti di vista cromatico. 
Potete per esempio lessare delle zucchine, per poi frullarle e arricchirle con del pesto alla genovese, oppure lessare dei ceci i quali - una volta ridotti in crema - saranno conditi con olio extravergine e una cucchiaiata di yogurt greco e timo. 
Per gli amanti degli alimenti croccanti, l'ideale saranno triti molto sottili di verdure miste, come zucchine, peperoni, carote, scalogno, fagiolini, etc. Basterà saltare le verdure in pochissimo olio e disporle sul fondo dei piatti nei quali poi adagiare la pasta ripiena scolata con una schiumarola, per evitare di romperla. E, per i più golosi, in alternativa al solito formaggio grattugiato, potrete completare il piatto con una grattata di scorza di agrumi, oppure delle erbe tritate e, perché no, una granella di frutta secca come mandorle, noci o nocciole. 

Per i secondi piatti la scelta è facile: il pesce. Questo alimento che impreziosisce sempre i menù è – contrariamente alle apparenze - molto semplice da preparare. In particolare l'utilizzo dei filetti di pesce riduce i tempi di cottura, eliminando anche l'annoso problema delle spine e permettendo di realizzare ricette fantasiose.
Se pensate ai filetti di pesce come a delle fettine di carne, potete utilizzare le medesime ricette per piatti veloci e di grande effetto. Alcune idee? Saltimbocca di pesce al prosciutto e salvia, rotolini di pesce al ripieno di ricotta ed erbe, filetti di pesce in pizzaiola, filetti di pesce con melanzane alla parmigiana. Vi sembra strano? Provate per credere. Gli abbinamenti sopradescritti si rifanno a ricette collaudate nel tempo, che piacciono a tutti.

Per dare la sensazione di una ricetta importante è fondamentale completare il piatto con un contorno all'altezza. Ben vengano tortini di patate e flan di verdure, ma anche la più semplice delle ratatouille (ovvero tante verdure diverse saltate in padella con olio extravergine e qualche cubetto di pomodoro) farà sempre la sua bella figura, magari disposta in ciotoline che verranno poggiate direttamente sul piatto. Per chi invece avrà fatto a meno del primo piatto, il classico riso al vapore, magari della varietà Basmati o Thai o Patna - risi ideali per accompagnare i secondi piatti - completerà la ricetta.

Un accurato utilizzo delle stoviglie e la cura della tavola forniranno quel tocco ulteriore che comunicherà ai vostri ospiti l'esclusività del momento. Ben vengano quindi i piatti di vetro per gli antipasti, i piatti grandi e bassi per i primi piatti (dite pure addio ai piatti fondi: tendono ad ammassare il cibo e lo rendono poco invitante) e i piatti rettangolari per i secondi, nei quali disporre i vari ingredienti - pesce/salsa/riso/verdure - in fila indiana.
Per la tavola potete cominciare dalla tovaglia, che potete sostituire con un runner, ovvero un tessuto che attraversa la tavola per la lunghezza lasciando liberi i bordi. Molto belli da vedere e buoni da mangiare sono i cestini di pane realizzati con varie tipologie e forme diverse tra cui non possono mancare i grissini. E, vista la stagione, se avete in casa delle conchiglie non esitate a disporle al centro della tavola lungo il tessuto, alternando delle candele basse e delle pietre. Difficile da fare? Assolutamente no. Potete addirittura creare dei piccoli kit da usare per il runner, che si basano sui diversi colori di tessuto, abbinando anche bicchieri e posate.
I bicchieri possono diventare un prezioso alleato per ricette a effetto: soprattutto i cosiddetti bodega, che ricordano il gotto da acqua tipicamente italiano, sono perfetti per contenere antipasti e desserts; ma possono anche alloggiare la pasta ripiena, magari versando la salsa sul fondo del bicchiere, aggiungendo la pasta e ricoprendo con altra salsa, per un effetto a strati molto inusuale e di tendenza, da completare con un rametto di erba fresca.

I consigli e suggerimenti forniti attraverso questo servizio sono frutto dell’opinione professionale degli esperti responsabili dei vari settori. Essi non affrontano problemi di carattere medico, hanno natura necessariamente generale e contenuto solo indicativo, e non possono tenere conto di eventuali situazioni particolari del richiedente. I consigli e le risposte forniti non sostituiscono in alcun modo il parere del medico o di altro professionista sanitario, che occorre comunque consultare per ogni dubbio o necessità.

Lascia il tuo commento

Cosa ne pensi?