L'acqua di mare fa bene ai bambini?

Bambina con braccioli gialli gioca con l’acqua sulla riva del mare

In occasione della Giornata Internazionale del Mediterraneo, scopriamo i benefici del tempo trascorso al mare e nelle località costiere per la salute dei bambini 

L'8 luglio si celebra la giornata internazionale del mar Mediterraneo, uno dei principali mari che bagnano le coste italiane, scrigno della biodiversità marina del nostro Pianeta da tutelare. La salvaguardia delle sue acque è strettamente legata ai benefici che il Mediterraneo e in generale i nostri mari restituiscono all’uomo, sia dal punto di vista naturalistico, sia per quanto riguarda il benessere delle persone. Scopriamo i benefici delle acque dei mari per l’uomo e in particolare per i bambini.

I benefici dell’acqua di mare

L’acqua di mare è un elemento prezioso, non solo per il pianeta ma anche per la salute del nostro corpo. L’acqua di mare, e in generale spiagge e luoghi costieri dove essa si trova, possiedono diversi benefici che fanno bene a tutti, soprattutto ai piccoli. Questo è dovuto alla sua composizione chimica, ricca di sostanze che fanno bene al nostro benessere come magnesio, potassio, ferro e iodio.  

Oltre ai benefici di una corretta idratazione e ad un sano regime alimentare, diversi studi scientifici indicano quanto il mare sia importante per la salute dell’uomo e, in particolare, per lo sviluppo e una sana crescita dei bambini: è infatti dimostrato come il contatto con l’acqua di mare rafforzi le difese immunitarie, con il sole in spiaggia che stimola l’ormone della crescita e con l’aria ricca di iodio che libera le vie respiratorie. Non è un caso, infatti, se le nonne di un tempo, che avevano a cuore la salute di nipoti e figli, erano solite affermare “vai al mare che ti fa bene”.

Le proprietà benefiche del sole

È dimostrato quanto il sole faccia bene alle ossa e alla pelle; la sua esposizione, purché avvenga facendo attenzione alle caratteristiche della cute e non nelle ore centrali della giornata, contribuisce a fissare il calcio e contrasta il rachitismo. Il sole stimola la produzione di vitamina D che, soprattutto nei bambini, è fondamentale per un corretto sviluppo osseo ed è molto importante per prevenire diversi tipi di patologie. I benefici del sole non si fermano qua: i raggi solari aiutano la pelle in caso di dermatiti atopiche (che colpiscono i bambini) ed eczemi, purché la cute venga protetta in modo adeguato con le dovute creme solari.

L’acqua di mare

L’acqua salata rappresenta un vero e proprio toccasana per la cura di psoriasi ed eczemi. I bambini che soffrono di queste forme infiammatorie della pelle trovano benefici grazie all’acqua salata, che contiene inoltre sali minerali molto importanti come cloruro di sodio (sale), magnesio e sali di iodio.

L’importanza dell’aria di mare

L’acqua ha un ruolo fondamentale anche per l’aria. Nelle città costiere e nei luoghi bagnati dal mare, l’aria è ricca di iodio. Lo iodio è un elemento che si è depositato sulla terra nelle fasi primordiali.  Lo possiamo trovare nel mare a causa dell’erosione, essendo un elemento chimico solubile. Inoltre, l’aria delle regioni costiere è ottima perché è ricca di sali minerali, che offrono notevoli benefici per le vie nasali.  

Respirare l’aria di questi luoghi equivale a fare un aerosol naturale; non a caso, le persone che trascorrono lunghi periodi o vivono in regioni costiere affermano di respirare meglio, rispetto a quando si trovano in regioni non bagnate dal mare. Per questi motivi, molte mamme scelgono di far passare del tempo al mare ai loro bambini, anche perché purifica le loro vie respiratorie, svolgendo in aggiunta una prevenzione dai malanni invernali.  

L’aria del mare stimola inoltre il sistema immunitario, che affronterà in modo migliore l’aggressione di batteri. Inoltre, la maggiore pesantezza dell’aria marina favorisce la respirazione, garantendo una migliore ossigenazione del sangue. 


ALTRE NEWS