Come crescere in maniera sana e felice i propri bambini

Una famiglia felice con un bimbo piccolo

In occasione della giornata mondiale della gioventù, scopriamo in che modo una sana alimentazione e altri fattori contribuiscono alla sana crescita dei bambini. 

Il 12 agosto di ogni anno si celebra la Giornata Internazionale della Gioventù, istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999 allo scopo di evidenziare l'importanza della partecipazione dei giovani per lo sviluppo della società. Gli adulti di domani possono diventare cittadini consapevoli e responsabili solo attraverso una corretta educazione ed una crescita sana. Tra i fattori che influiscono durante questo periodo, una sana alimentazione è sicuramente ai primi posti della lista. Scopriamone alcuni, tratti dal libro "Bambini sani e felici for dummies" scritto da Giulia Settimo. 

L’importanza di un’alimentazione giusta ed equilibrata

La salute di un bambino dipende anche da che cosa mangia. Prima con il latte e poi con alimenti nuovi, il piccolo acquisisce le sostanze nutritive che gli servono per crescere. Ma quello che conta non è l'alimento in sé, ma gli elementi nutritivi. Spesso le mamme si preoccupano se i propri figli non mangiano frutta o verdura, ma le stesse sostanze possono essere integrate mangiando legumi, frutta, uova e latticini. 

Inoltre, la fame e l'appetito non sono un metro di giudizio affidabile: non è detto che un bambino che mangia tanto si nutra in modo coretto. La sua alimentazione potrebbe essere povera di alimenti fondamentali e invece ricca di merendine e snack fuori orario. Le buone abitudini alimentari si imparano da piccoli. 

Guardare poca tv e seguendo le regole

No alla tv come baby sitter. Con un bimbo, la fruizione di programmi televisivi andrebbe sempre moderata, fissando delle norme rispettate da tutti. Alcune regole generali: la tv non deve distogliere i bambini da attività più importanti, non va usata per "tenerli buoni", non deve interferire con orari del pasto o nanna e non si guarda la sera prima di andare a dormire. 

Dormire e riposare il giusto

Durante l'infanzia è importante dormire a sufficienza. Carenze di sonno potrebbero favorire la tendenza al sovrappeso, come anche aumentare il rischio di diabete e ipertensione. Si impara a dormire già da piccolissimi. La routine cambia a seconda dell'età, ma il rituale del sonno è sempre efficace. Per i più piccoli può essere: bagnetto, fiaba e ninna nanna. 

L’importanza di stare all'aperto e fare attività fisica

Gli spazi all'aperto offrono la possibilità di sperimentare tutti i sensi. A contatto con la natura i bambini sviluppano interesse, curiosità e sicurezza interiore. Inoltre, essi imparano ad affrontare situazioni diverse. Stare all’aperto permette ai bambini di fare movimento, tra gioco all'aperto e camminate, e al tempo stesso combattere la sedentarietà dello stare davanti a tv e tablet. 

Crescere in autonomia

È consigliato lasciare i bambini fare le cose da soli, in base all'età, per aiutare a sviluppare la loro autonomia. L'eccessivo desiderio di protezione, ma anche la fretta, spingono ad aiutare troppo il bambino. Dunque, meglio lasciare da parte la tentazione di sostituirsi sempre ai bambini e mettere alla prova le loro capacità. Occorre aiutarli a sentirsi "grandi". 

Crescere in compagnia di un animale

Per un bambino un animale a quattro zampe non solo è una compagnia, ma anche un "mediatore affettivo". Gli fa bene vedere con quanta attenzione i genitori si prendono cura di lui e li aiuta a rendersi conto delle attenzioni di cui lui stesso è oggetto. In più, gli animali aiutano a comprendere il naturale ciclo della vita: nascita, vecchiaia e morte. È importante far capire al proprio figlio che il proprio animaletto domestico non è un oggetto, ma un essere vivente, un amico con cui relazionarsi, da conoscere e da rispettare.  


ALTRE NEWS