Come ridurre gli sprechi alimentari e riciclare i cibi avanzati

Illustrazione del simbolo del riciclo alimentare  Title immagine: Ridurre gli sprechi alimentari è importante!

Come ridurre gli sprechi alimentari e riciclare i cibi avanzati

Dalla carne al cioccolato, ecco alcuni consigli per realizzare ricette in base ai cibi avanzati dopo i pasti o di cui si abbonda in alcuni periodi dell’anno 

Dal risparmio di energia alla tutela ambientale, ridurre gli sprechi è una priorità in tutti i campi, anche a tavola. Infatti, per produrre il cibo si consumano risorse e, se questo non viene utilizzato, se ne consumano altre anche per smaltirlo. Allo scopo di ridurre gli sprechi fra le mura domestiche, il riutilizzo dei cosiddetti “avanzi” risulta indispensabile. È importante anche educare i propri figli nel comprendere l’importanza di non sprecare cibo a tavola, oltre che insegnare loro che i pasti avanzati possono essere riutilizzati per dare vita a nuove gustose ricette. Scopriamo come le tre R del riciclo “riduci, riusa, ricicla” possono essere applicate anche in ambito alimentare, seguendo alcune semplici ma buone pratiche. 

Prevenire gli sprechi

Ancora prima di pensare al riutilizzo dei cibi avanzati a tavola, occorre fare una premessa: spesso questi avanzi sono il risultato di un eccesso di prodotti acquistati per la preparazione di piatti e portate che, poi, risultano essere in esubero. Una delle cause più frequenti di spreco, infatti, sono gli acquisti frettolosi e eccessivi, guidati dalle offerte 3x2, o dagli sconti su prodotti deperibili, come frutta e verdura. Prima di fare la spesa, è importante controllare che cosa serve davvero, facendo una lista dei cibi da acquistare in base anche al regime alimentare familiare.  

Il riciclo dei cibi avanzati

Il recupero, inoltre, può riguardare anche parti degli alimenti che di solito buttiamo, come avanzi di verdure che potrebbero servire per preparare dadi casalinghi. 

Anche di fronte ad acquisti consapevoli e dopo aver calcolato quanto cibo portare a tavola per soddisfare l’appetito dei componenti del nucleo familiare, può capitare che parte delle pietanze non vengano consumate del tutto, o di ritrovarsi durante alcune festività come Natale e Pasqua con del cibo in eccesso. Per evitare gli sprechi, è possibile ingegnarsi al fine di riutilizzare gli avanzi e dar vita così a nuovi piatti. Ecco alcuni esempi. 

Come riutilizzare gli avanzi di carne

Cosa si può fare, ad esempio, con gli avanzi dell’arrosto di maiale?  L’arrosto avanzato può essere riciclato e trasformato in altre ricette: finger food, appetizer, idee fresche, soluzioni smart e molto altro. La carne avanzata, infatti, può essere tritata per condire una gustosa insalata o riutilizzata per la realizzazione di golose polpette, sempre accompagnate da giuste porzioni di verdure e carboidrati. Per la preparazione, è possibile con un robot da cucina frullare insieme la carne avanzata, un mazzetto di prezzemolo, un uovo e della mollica del pane. Formate le polpette, è possibile passarle nel pangrattato e cuocerle in forno per circa 15 minuti a 200°. Per aromatizzarle ancor di più, si può preparare a parte un sugo semplice con olio, uno spicchio di aglio e la passata e dopo circa 10 minuti tuffarvi dento le polpette e lasciarle insaporire per altri 5/10 minuti a fuoco basso.  

Come riutilizzare gli avanzi di cioccolato al latte e fondente

Spesso capita di ritrovarsi in casa con un sacco di uova di Pasqua di cioccolato fondente di non sapere come consumarle. Anche in questo caso, un po’ di genio e creatività possono venirci in soccorso: è possibile fare un mix di tutto il cioccolato avanzato delle uova per dare vita a dolci di cioccolato che oltre ad evitarne lo spreco ci permette di goderne tutta la sua bontà. Basterà mettere in un pentolino tutto il cioccolato avanzato e farlo sciogliere con il burro a fiamma molto bassa, mescolando di tanto in tanto. Avremo così la “materia prima” per realizzare una delle tante ricette “cioccolatose” presenti in circolazione.  


ALTRE NEWS