L’importanza del latte per la crescita dei bambini

L’importanza del latte per la crescita dei bambini

Scopriamo le caratteristiche e le proprietà di questo prezioso alimento, essenziale per lo sviluppo e la crescita dei più piccoli 

Il latte rappresenta un prezioso alleato dell'alimentazione quotidiana degli adulti, ma soprattutto dei più piccoli. Un alimento completo e nutriente ricco di calcio e vitamina D, sostanze nutritive essenziali per la crescita e la salute delle ossa. Contiene inoltre proteine, zuccheri e grassi di origine animale.

Da dove proviene il latte

Consumato fin dall’antichità, il latte è un prodotto alimentare frutto della mungitura di animali, principalmente mucche. Grazie al suo sapore piacevole e al gusto fresco e dolciastro, il latte è diventato uno degli alimenti più consumati e utilizzati nella nostra cucina. Il latte può essere bevuto così com'è e durante l’arco della giornata: a colazione, come spuntino pomeridiano, così come impiegato in molte ricette.  

Proprietà e caratteristiche

Il latte è considerato un alimento che fa bene e che non dovrebbe mai mancare in un regime alimentare equilibrato. Esso è l'alimento ideale per adulti e bambini in fase di sviluppo, proprio perché al suo interno contiene una serie di sostanze e nutrienti molto preziosi per il benessere dell'organismo. In un buon bicchiere di latte vaccino possiamo trovare, infatti, elevate quantità di acqua (circa l’80%), macronutrienti come proteine, grassi e zuccheri (in particolare il calcio, fondamentale per lo sviluppo delle ossa), micronutrienti come vitamine e sali minerali.  Nel latte possiamo trovare un ricco campionario di vitamine: sia quelle del gruppo B (B2, B6 e B12), sia quelle liposolubili, presenti soprattutto nel latte intero (ossia le vitamine A, E e D, anch'essa fondamentale per lo sviluppo di ossa e denti). 

I tipi di latte

Esistono diversi tipi di latte. Quello intero è il più completo, contenente almeno il 3.5% di grassi. Chi però vuole ridurre la parte grassa senza rinunciare ai benefici del latte può scegliere quello scremato (contenuto di grassi non superiore allo 0,5%) o parzialmente scremato (contenuto di grassi tra l’1,5% e l’1,8%). La “scrematura”, infatti, elimina i grassi lasciando intatto l’apporto di proteine e zuccheri, come il lattosio, ma soprattutto calcio e vitamina D. 

Per chi è particolarmente indicato il latte

Il latte è un alimento indicato principalmente per i bambini e gli adolescenti, fondamentale per il loro processo di crescita e di sviluppo. Da bambini e da adulti le quantità di latte giornaliere consigliate non sono le stesse. Da bambini se ne può bere di più, anche più volte nell’arco della giornata. Da adulti va bene la classica tazza di latte a colazione o il bicchiere prima di andare a letto.

Fonti di calcio alternative

Così come avviene per l’acqua che è possibile assumere nell’organismo anche consumando specifici alimenti e non per forza idratandosi, anche per il latte esistono “fonti alternative”; ci sono i derivati del latte con cui si può bilanciare l’apporto di calcio a partire da yogurt e formaggi, anche se quest’ultimi sono più grassi e calorici. Il consiglio di nutrizionisti ed esperti resta comunque quello di essere costanti nell’assunzione di latte anche con il passare degli anni, magari riducendone solo le quantità man mano che si arriva nell’età adulta.


ALTRE NEWS