Torna indietro
Mamma che ritaglia e disegna con figlio e figlia

Lavoretti fai da te per bambini: 8 idee per tutte le età

Sorridenti e sempre attivi, quando i bambini trascorrono tempo in casa giocano e si divertono. Amano creare storie e ideare giochi per tutta la famiglia. Per stimolare la creatività dei bambini occorre davvero poco: carta, colori, pennarelli, colori a tempera, colla, forbici sono sempre presenti in casa. Ma per divertirsi insieme e lasciarci stupire dalla loro inventiva si può utilizzare materiale insolito come rotoli di carta igienica, carta da cucina, ritagli di giornale, vecchie stoffe, qualche calzino spaiato, confezioni vuote di sapone: qualsiasi oggetto da riciclare può tornare ad essere utile se siete fantasiosi come i bambini. Ogni bimbo predilige una attività che gli è più congeniale, ci sono lavoretti creativi perfetti per l’età prescolare e creazioni per bambini più grandi. Noi abbiamo scelto 8 creazioni fai da te per bambini che li divertiranno di sicuro.

Meno di 4 anni: creazioni per bambini fai da te

Quando i bambini hanno meno di 4 anni per loro è tutto una scoperta, saltellano e corrono per quasi tutto l’arco della giornata e non riescono a stare seduti per molto a lungo. Questo è un bene perché in questo modo acquisiscono buone abitudini al movimento e all’attività fisica che faranno di loro degli adulti sportivi e lontani dalla sedentarietà. Ma per stimolare la loro creatività possiamo coinvolgerli in attività che sono un mix di gioco e inventiva, che mescolino qualche pausa seduti a del tempo da trascorrere in movimento. E allora perché non fare lavoretti per bambini con la carta? Magari costruire insieme a loro un libro, che aiuti a sviluppare la memoria e perché no, anche la loro voglia di farsi raccontare e raccontare delle storie? Mettetevi all’opera e aiutateli a costruire il Libro dei piccoli mostri. Vi occorrono cartoncini, colori in tubetto atossici, qualche pennarello e del nastro adesivo colorato resistente. Iniziate con il raccontare la storia di questi mostrini che si nascondono nei tubetti di colore, che vengono fuori e si spalmano sulle pagine. Sono esserini timidi, quindi bisogna aspettare un po’ prima che si fidino di noi e inizino a tenerci compagnia. Lasciate che i bambini dispongano un po’ di colore al centro di un cartoncino, poi invitateli a piegarlo su se stesso in modo che il colore formi una macchia. Poi occorre aspettare che il colore si asciughi, per i colori atossici spesso bastano una decina di minuti. Una volta pronte le macchie disegnate loro gli occhi e la bocca con un pennarello. Lasciate che i bambini raccontino la loro storia e aiutateli a rendere più divertente il racconto, aggiungete imprevisti, nuovi amici e immaginate con loro il mondo fantastico in cui i mostrini possono volare, cantare, ballare, nascondersi e fare scherzi. Una volta completata una pagina del libro, e con essa la storia di ciascun mostrino, scrivetela sul retro del cartoncino e procedete con la pagina successiva. Quando avrete realizzato almeno 5 pagine, incollatele tra di loro usando del nastro colorato e leggete le storie dei mostrini ai bimbi prima di andare a nanna.

Bambino che scrive e disegna su un quaderno

Lavoretti per bambini di 4 e 5 anni

Man mano che i bambini crescono affinano le loro capacità intellettive e motorie. Quando hanno una età compresa tra i 4 e 5 anni iniziano a eseguire azioni che presuppongono un minimo di precisione e attenzione. Potranno ad esempio tagliare la carta con un paio di forbici dalla punta arrotondata, usare la colla per posizionare nel verso giusto gli arti ad una bambola, annodare semplicemente un nastro o utilizzare una graffetta, si chiama motricità fine. È per questo che vi proponiamo dei lavoretti con la carta facilissimi che possono essere personalizzati a seconda della destrezza del piccolo di casa. Il Bowling pirata è una attività che unisce creatività al gioco vero e proprio. Procuratevi una decina di rotoli vuoti di carta igienica o di carta per la casa. Con due dischi di cartone chiudete il fondo di ciascun rotolo, potete anche riempirli con del riso prima di sigillarli, in questo caso accertatevi che la chiusura tenga. Con un pennarello fate tracciare ai bimbi una linea tutto intorno a circa 2/3 dell’altezza del rotolo, in questo modo otterrete uno spazio più piccolo che rappresenterà la testa del pirata e uno più grande che sarà il corpo. Con dei colori a tempera e i pennelli, o direttamente con le dita, i bimbi coloreranno il volto e la nuca e si divertiranno a realizzare i vestiti con pezzi di cartoncino colorati. I bambini potranno scegliere se aggiungere una benda sull’occhio o un uncino, disegnare una uniforme strampalata o qualche tatuaggio a tema marinaresco. Una volta ottenuta l’intera ciurma siete pronti a numerare ciascun pirata in base all’importanza all’interno della nave. Il capitano varrà 10 punti, il suo vice 9 e così via fino ad arrivare al mozzo ultimo arrivato che varrà 1 solo punto. Disponete i pirati in una formazione a triangolo e fate lanciare al bambino una palla per colpire i pirati birilli (ricordate che può lanciare sia con la sinistra che con la mano destra). Con un gioco divertente e fai da te avvicinerete i bambini al concetto dei numeri, che potranno essere sommati o messi semplicemente nel giusto ordine. Se in casa avete più di un bambino potete ovviamente costruire anche una decina di sirene e tritoni che affronteranno i pirati in una gara colpo su colpo. Sempre a tema marinaresco, non dimenticando di unire gioco e creatività, potrete mettere su una vera e propria Regata da bacinella. Per questo lavoretto da fare con i bambini non vi occorre carta ma oggetti che abbiamo facilmente in casa. Procuratevi 8 tappi di sughero, 4 stuzzicadenti, 8 elastici e 4 pezzi di stoffa. Per creare il fondo di ogni imbarcazione occorre tenere uniti 3 tappi di sughero con due elastici alle estremità. Inserite nel tappo centrale uno stuzzicadenti e issate con la colla un pezzo di stoffa per ciascun albero maestro. Ogni bandiera può avere il simbolo della squadra: i leoni occhialuti possono sfidare i conigli canterini, i serpentelli sportivi possono gareggiare con le foche che amano il giardinaggio e così via. In questo modo avrete costruito una flotta di barchette galleggianti. Ogni componente della famiglia avrà una barca assegnata e dovrà appunto vincere la Regata in una bacinella piena di acqua, soffiando sulla bandiera e avvicinandosi al traguardo. Potete giocare anche nella vasca da bagno o nella fontanella in giardino, ricordando di scegliere le regole prima della gara e rispettandole durante il gioco.

Bambina che ritaglia fogli colorati

Lavoretti creativi per bambini dai 6 agli 8 anni

Quando i bambini vanno a scuola, passano gran parte della mattinata seduti ad ascoltare lezioni, a disegnare colorare a imparare la lingua e la matematica. Quando tornano a casa hanno bisogno di staccare la spina e mettere in moto il loro estro creativo. Allora ecco due idee facili per lavoretti per bambini: la prima che vi riporta a una attività antica che i bimbi imparavano a fare fin da piccoli e l’altra super moderna di cui forse non avete mai sentito parlare. Ma iniziamo da quella nota a tutti il Crea Marionette. Si tratta di una attività divertente, che sicuramente appassionerà anche voi. Vi occorrono solo dei calzini spaiati o un guanto, qualche bottone, della stoffa che non usate più, un ago per lana (di quelli con la punta arrotondata che non possono far male) e ovviamente qualche filo resistente. Potete scegliere di creare i personaggi delle fiabe più note o inventarli di sana pianta. Ricordate di applicare gli occhi, potrete trovarne in commercio di già fatti o sostituirli con bottoni, aggiungete il naso e un bel paio di baffi, una sciarpa o un buffo cappello. Potete raccontare una storia o semplicemente creare un teatro in cui tutti i bambini del vicinato partecipano in una recita. Se invece i bambini non sono stanchi di disegnare e colorare ma preferirebbero non farlo ancora su carta e quaderni, lo Shrink plastic è quello che fa per voi. Non ne avete mai sentito parlare? Procuratevi della comune plastica, ne serve un tipo in particolare, parliamo di quella in cui spesso ci imbattiamo quando ordiniamo da asporto al ristorante, quando al banco gastronomia chiediamo una salsa pronta da portare a casa in una vaschetta. Sicuramente in casa avrete qualcuno di questi contenitori. Sono quelli che nelle istruzioni per il riciclo (sul fondo del contenitore) riportano un triangolo all’interno del quale vi è il numero 6. Ci raccomandiamo usate esclusivamente questo tipo di materiale. Bene, se avete questi contenitori teneteli da parte per realizzare creazioni per bimbi fai da te. Vi occorrono anche dei pennarelli indelebili, forbici, un forno e una teglietta rivestita di carta forno. Tagliate il fondo del contenitore e lasciate che il bambino vi disegni quello che preferisce. Può ricopiare il suo personaggio preferito dei cartoni, ispirarsi a un tema o farsi trasportare dalla fantasia, l’importante è che usi pennarelli indelebili. Una volta pronto il disegno può ritagliarlo lasciando dei piccoli bordi. Riscaldate il forno a 190°C e disponete il disegno sulla teglia ricoperta di carta forno. Mettete la teglia in forno e rimanete ad osservare quello che accade. Il disegno prima si piega deformandosi, poi, nel giro di qualche istante si appiattisce e torna alla sua forma originale o quasi. Toglietela subito dal forno e osservate. La plastica si sarà ridotta di circa due terzi diventando quasi nove volte più spessa. Avrete ottenuto così una lastrina resistente e decorata. Cosa avviene? Si tratta di un materiale plastico che viene stirato in maniera biassiale da rulli freddi, si formano così fogli e contenitori, utili nella vita di tutti i giorni. Una volta scaldata alla giusta temperatura e per il tempo necessario, la plastica torna alle sue dimensioni originali, diventando più piccola e più spessa. Con questo materiale potrete realizzare mille oggetti: incollando il disegno su un magnete ricaverete una calamita per il frigo, unite la lastra a piccoli fermagli per capelli, create spille per gli zaini, con un piccolo foro potete ideare ciondoli per braccialetti o anche le palline di Natale. Se non avete di questi contenitori in casa potrete trovare facilmente in vendita fogli di questo speciale tipo di plastica. Accendete il forno è ora della magia!

Mani tengono un pupazzo di stoffa cucito a mano

Lavoretti per ragazzi e adolescenti

Quando i ragazzi diventano più grandi anche le loro attività creative si fanno più difficili da inventare per gli adulti. Occorre coinvolgerli in qualcosa di veramente utile. Allora vi proponiamo 3 idee, sono sostanzialmente lavoretti creativi molto semplici ma che richiedendo un grado di precisione e cura molto elevato, sono ideali per i ragazzi più grandi dai 10 anni in su. Si tratta di creazioni perfette per riempire lunghi pomeriggi piovosi o da fare quando si ha tanto tempo libero da trascorrere in casa. Partiamo con il Quilling, vera e propria arte che può dare vita a quadri meravigliosi e paesaggi fantastici. Evoluzione dell’antico collage, il quilling necessita di una buona dose di cartoncini molto colorati e molta colla vinilica. Si tratta di una tecnica decorativa in cui strisce di carta di uguale dimensione vengono man mano arrotolate su se stesse fino a formare rotolini variopinti. Se tra una spira e l’altra si inserisce una piccola piega il rotolo perderà la sua forma circolare e diventerà per esempio ovale o lanceolato. Ogni rotolino così ottenuto viene fermato da un punto di colla e poi posizionato su un supporto, che può essere altro cartoncino, legno o qualsivoglia materiale. Vi sono vari tipi di tecniche per formare un quilling professionale e la passione di arrotolare la carta può dar vita a piccole opere d’arte. Si realizzano spesso foglie e fiori, ma anche animali e greche decorative. Tra le forme più facili da fare ci sono i palloncini o i piccoli paesaggi. I ragazzi con questa tecnica potranno realizzare biglietti di auguri per le feste tra amici o anche per ricorrenze come la festa dei nonni, quella della mamma o quella del papà! Altra attività parimenti divertente e che, lo ammettiamo, crea dipendenza, è lo Scrapbooking. È il mix perfetto tra album fotografico decorato e un diario segreto, il tutto farcito da una notevole spruzzata di creatività. È un modo ingegnoso per conservare ricordi e farli durare a lungo. Per realizzare un quaderno Scrap procuratevi un diario o un album, carta colorata, nastri adesivi (washi tape), penne colorate, ritagli di stoffa, timbri, pezzi di giornale, vecchi libri e tutto quello che può stimolare la fantasia. Create il decoro di ogni pagina scegliendo il ricordo che volete immortalare, per esempio la foto di una gita al parco con le bici, poi proseguite con un tema, i fiori. Scegliete dei colori primari, il giallo e il blu e dei colori secondari ad esempio il verde. Iniziate così incollando al centro della pagina la foto, applicate sulla carta restante due strisce di nastro colorato, disegnate poi narcisi o margherite con il giallo e violette con il blu, completate con delle foglie, un pezzetto di stoffa in tinta e aggiungete un adesivo in cui avrete appuntato giorno e ora in cui è stata scattata la foto. In questo modo avrete completato la prima pagina del vostro album Scrap. Le possibilità sono infinite, proprio come la fantasia dei ragazzi. In ultimo, prendiamo in prestito dall’inglese una attività in cui ognuno di noi si è cimentato almeno una volta nella vita: DIY t-shirt ovvero personalizzare le proprie magliette secondo lo stile che amiamo. È una attività che i bimbi più grandi ameranno fare. Si parte sempre dalle basi. Prendete quella maglietta monocromatica che ai ragazzi non piace più, o anche quella che sfortunatamente è stata macchiata dopo un lavaggio e chiedete loro di renderla di nuovo alla moda. L’attività più semplice da fare è quella di procurarvi dei pennarelli per stoffa e disegnarci su. Vanno bene personaggi dei fumetti, frasi ad effetto, ma anche disegni astratti. Se volete rappresentare perfettamente il loro cartone animato basterà stampare il disegno, fissarlo alla maglietta con uno spillo e posizionare la maglia su un vetro. Retroilluminandola la stampa potrà essere ricalcata a matita e solo dopo dipinta con i pennelli o pennarelli per stoffa. Man mano che diventeranno più bravi e più grandi potranno sperimentare utilizzando ad esempio dei colori che si fissano in lavatrice o addirittura candeggiando i jeans poco alla volta per formare un gradiente di colore. Non ponete limiti alla loro fantasia!

Mani che dipingono una maglietta bianca
Siamo spiacenti ma il servizio è temporaneamente non disponibile! Torna presto a trovarci su Buona La Vita!
Attenzione
Per salvare i tuoi preferiti devi prima aver effettuato l’accesso:
Ricorda che per scaricare i buoni sconto va effettuata la registrazione a Buona la Vita.