Buono a Sapersi!

Ti piacciono i nostri articoli? Iscriviti per rimanere sempre aggiornato e scoprire quelli pensati apposta per te e la tua famiglia

I Codici Sconto

Accedi o Registrati per scoprire i codici sconto attivi per i tuoi acquisti online! 

I Buoni Sconto

Iscriviti subito per scaricare i Buoni Sconto disponibili sui tuoi prodotti preferiti! 

Tante Buone Ricette

Iscriviti per scoprire tante buone ricette che abbiamo pensato per le tue esigenze e quelle di tutta la tua famiglia!

Iscriviti a Buona La Vita

Tanti BUONI consigli e ricette pensate per te, insieme a tante promozioni e sconti per te e la tua famiglia!

Torna indietro
Quattro lanterne fai da te illuminate

Scopri come fare lanterne originali riciclando vasetti e barattoli

Tutto ha una seconda vita, molte cose che abbandoniamo tra i rifiuti potrebbero essere riciclate per creare oggetti utili e originali. Quante volte avete lasciato nella differenziata vasetti e barattoli di vetro? In questo articolo vedremo come fare lanterne riciclando vasetti e barattoli per creare oggetti utili e divertenti. Differenziare è importante: ogni cosa va lasciata al posto giusto. Se non sapete come differenziare materiali come la plastica, il vetro, il metallo e tanti altri oggetti di scarto, visitate il sito dovelobutto. La piattaforma pensata da Nestlé vi aiuta a differenziare correttamente gli imballaggi dei prodotti e grazie alla geolocalizzazione saprete come smaltire i rifiuti secondo le normative del posto in cui vi trovate. Ma soprattutto, prima di abbandonare i contenitori scoprite come dargli una seconda vita grazie a questi semplici suggerimenti.

Cosa serve per fare lanterne riciclando vasetti e barattoli

L’arte del riciclo non è solo utile perché dona una nuova vita a tanti oggetti che altrimenti finirebbero buttati, ma aiuta a sviluppare fantasia e creatività. In un piovoso pomeriggio invernale, per esempio, oppure durante una festa di compleanno, perché non organizzare una bella attività di riciclo insieme ai più piccoli? Fare lanterne riciclando vasetti e barattoli potrebbe essere un lavoro utile a insegnare loro l’arte della manualità, a sviluppare la fantasia, oltre che impegnarli per diverse ore! Ma cosa serve per fare lanterne riciclate?

I materiali da tenere a portata di mano 

Regola numero 1: mettere da parte tutti i vasetti di vetro dello yogurt, delle marmellate e delle conserve. Quindi rimediate:

  • Un pezzetto di filo di ferro molto sottile (1 mm di diametro);
  • Un pezzetto di rete della zanzariera (non si butta mai niente!);
  • Contenitori di alluminio delle candele;
  • Pinza;
  • Ago da lana.

In più, se volete decorare le lanterne riciclate rimediate colori per il vetro a vostro piacimento.

Come fare le lanterne riciclate con vasetti o barattoli di vetro

La costruzione della lanterna ha bisogno di due step principali: la costruzione del cappello e del portacandela. La decorazione del barattolo può essere fatta a parte, magari prima di aver posizionato e assemblato il tutto. Se avete per esempio un bel gruppo di bambini, potreste dividerli tra chi dipinge, chi prepara il cappello e chi la lanterna. Questi allora gli step principali:

Come decorare le lanterne riciclate

Per decorare le lanterne riciclate la cosa più semplice è affidarsi allo stencil. In questo caso vi serviranno anche carta, forbici, pezzetta di cotone, alcool, spugnetta e colla spray. Lavate il barattolo, asciugatelo bene, quindi pulitelo con la pezza di cotone intrisa di alcool. Disegnate le sagome sulla carta, ritagliatele a piacere e poi poggiatele su un foglio di carta di giornale: spruzzate la colla e quindi applicatele sul barattolo. A questo punto passate il colore a vetro con una spugnetta tamponandolo sulla superficie del barattolo: lasciate asciugare e poi togliete le sagome

In alternativa potete dipingere i vasetti con colori a vetro, magari creando sempre delle sagome, stavolta in negativo, da spennellare a piacere.

Come creare il cappello della lanterna

Per prima cosa bisogna ritagliare la retina della zanzariera avendo ben chiaro il diametro del barattolo. In genere va bene prendere un piattino da caffè come unità di misura, rovesciarlo sopra la retina e tagliarla lasciando circa un centimetro di margine.

Per creare il cono al cerchio della retina dovrà essere tolto uno spicchio (1/3 della superficie).

Prendete poi il filo di ferro e fate un cerchio il cui diametro di 2 centimetri più grande di quello dell’imboccatura del vasetto.

Per dare forma al coperchio sovrapponete retina e cerchio di fil di ferro quindi ripiegate i lembi verso l’interno per unire le due parti. Ora il coperchio è pronto per essere appoggiato sopra il barattolo.

Come creare il portacandele

Prendete i contenitori di alluminio e con l’ago da lana fate due buchi per parte per passare il fil di ferro che servirà a calare la candela all’interno della lampada. La lunghezza del filo dovrà essere adatta a quella del barattolo per fare in modo che il portacandele sia facilmente estraibile. Una volta inserito il portacandele nel barattolo, la vostra lanterna riciclata sarà pronta. Ricordatevi di accendere la candela prima di inserirla nel barattolo, perché una volta all’interno potrebbe essere difficile farlo!

Ora che la vostra lanterna riciclata è pronta, non vi resta che decidere dove posizionarla: sbizzarritevi con i colori e con la fantasia e create un originalissimo angolo di luce in casa!

Non solo lanterne: come riciclare la cera delle candele

Oltre alla lanterna è possibile creare “handmade” anche la candela che andrà al suo interno. Quando mettete da parte i contenitori delle candele spente, ricordatevi di svuotare i residui di cera in un barattolino, perché saranno utili! Col tempo, infatti, verrà accumulata cera sufficiente a creare altre candele. Basterà sciogliere i residui raccolti in un vecchio pentolino d’acciaio, quindi prendere un pezzetto di spago, passarlo nella cera calda, inserirlo nel portacandele di alluminio per poi colarci sopra il resto della cera fusa. Potrete anche sbizzarrirvi a mescolare i vari colori di cera avanzata creando candele dal colore decisamente originale!

Concludendo, ricordatevi sempre di non buttare niente senza prima aver pensato al suo riutilizzo. Ci sono moltissimi oggetti che, con un po’ di fantasia, possono trovare una nuova vita!

Benvenuto su Buona La Vita,
iniziamo a conoscerci meglio
Logo segno maggiore in bianco su cerchio celeste
Siamo spiacenti ma il servizio è temporaneamente non disponibile! Torna presto a trovarci su Buona La Vita!
Attenzione
Per salvare i tuoi preferiti devi prima aver effettuato l’accesso:
Ricorda che per scaricare i buoni sconto va effettuata la registrazione a Buona la Vita.
Ricorda che per inserire il codice sconto va effettuata la registrazione a Buona la Vita.
Complimenti!
Ricorda che per inserire il codice sconto va effettuata la registrazione a Buona la Vita.
Ricorda che per inserire il codice sconto va effettuata la registrazione a Buona la Vita.