Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Nestlé Orzoro

Orzoro è il prodotto a base d’orzo più venduto in Italia, scelto da quasi 3 milioni di famiglie: questo brillante risultato è dovuto all’importante esperienza Nestlé che seleziona e lavora le migliori materie prime e che possiede una competenza consolidata nell'ambito dei preparati solubili.

Nestlé ha saputo conservare l'arte di tostare, macinare e solubilizzare l'orzo secondo i metodi tradizionali, rispettosi della naturalità del prodotto ma continuamente rinnovati alla luce delle nuove tecnologie e normative, con l’obiettivo di mantenere nel tempo quella preferenza che il consumatore riconosce alla marca Nestlé Orzoro.

Entra nel mondo di Orzoro con Dora & Miss Tressy su www.orzoro.it!

La storia

L'orzo, conosciuto da più di nove millenni, è originario dell'Asia occidentale e dell'Africa occidentale; si è diffuso rapidamente nel bacino del Mediterraneo. Molto apprezzato in Grecia, ha accompagnato  per secoli il fiorire della grande civiltà ellenica, tanto che gli antichi Greci conoscevano molteplici preparazioni a base di questo cereale. Il celebre Ippocrate (460 a.C. -377 a.C), considerato il padre della medicina moderna, si nutriva - insieme ai suoi allievi - di una polentina a base di orzo, verdure e formaggio. L'orzo infatti era considerato cibo per filosofi, perché ritenuto adatto sia al pensiero che all'esercizio fisico. In generale comunque tale cereale fu un alimento usato moltissimo da Ippocrate, anche come rimedio contro vari malesseri. 
Nel I secolo d.c. Plinio il Vecchio (23-24 d.c. - 79 d.e), narra che nelle città i gladiatori erano nutriti d'orzo ed erano chiamati hordearii (hordeum infatti era il nome latino di questo cereale). I gladiatori quindi mangiavano grandi quantità d'orzo, soprattutto sotto forma di focacce con olio oppure di zuppe. Nell'immaginario collettivo del tempo l'orzo rappresentava quindi un chiaro simbolo di forza. 
In Italia la coltivazione dell'orzo risale alla prima metà dell'800 ed era rappresentata dal "orzo di Siberia" , particolarmente adatto per preparare il surrogato di caffè. Nel periodo autarchico precedente la seconda guerra mondiale, la produzione dell'orzo nudo si espanse maggiormente, sia come farina per il pane, per minestre ed altri preparati, sia come surrogato del caffè
Il lancio di Orzoro sul mercato risale al 1940 a cura della ditta "Ursina Franck", industria di succedanei del caffè.
Nel 1974 nasce Nestlé Orzoro quale modificatore del latte destinato alla colazione dei bambini. L'evoluzione delle abitudini di consumo verso un'alimentazione più sana ed equilibrata ha portato Nestlé Orzoro a rivolgersi ad un pubblico più adulto, consolidando una posizione di leadership all'interno del mercato dei preparati per bevande d'orzo.

News

Scopri la combinazione perfetta di Orzoro e Misura Stevia!

Ricette

Gelato all’Orzoro e cacao
Dolci

Gelato all’Orzoro e cacao

Cupcake all'Orzoro
Dolci

Cupcake all'Orzoro

Pagine


nmms
nmms