Dieta vegetariana e dieta vegana a confronto

Dieta vegetariana e dieta vegana a confronto

In questo articolo non discuteremo la scelta di seguire una dieta vegetariana o vegana, poiché questa decisione molto spesso deriva da motivazioni etiche o comunque strettamente personali.

Discuteremo solamente le caratteristiche generali di questi tipi di alimentazione.

Incominciamo con le definizioni. Generalmente, la dieta vegetariana prevede l’eliminazione di carne, pesce e salumi, mantenendo però il consumo di uova, latte e derivati.

Invece, la dieta vegana prevede l’eliminazione di tutti gli alimenti di origine animale, compresi quindi le uova, il latte, i latticini e il miele.

Le caratteristiche della dieta vegetariana e vegana sono: l’elevato apporto di fibra, vitamine e sali minerali derivante da frutta e verdura; il limitato apporto di grassi saturi contenuti in carne e insaccati ma anche nei latticini.

Come seguire correttamente una dieta vegetariana:

  • per un corretto apporto di ferro, è importante un regolare consumo (pressoché giornaliero) di legumi  e prodotti della soia.
  • attenzione a non eccedere con il consumo di formaggi (massimo due-tre volte alla settimana), poiché contengono grassi saturi.

Come seguire correttamente una dieta vegana:

  • per un corretto apporto di proteine, è importante un regolare consumo (pressoché giornaliero) di legumi  e prodotti della soia. I legumi andrebbero preferibilmente assunti insieme ai cereali (riso, pasta, pane, mais, farro, orzo…).
  • Il regolare consumo di legumi è essenziale anche per garantire un corretto apporto di ferro, soprattutto nella donna in età fertile. Per rendere meglio assorbibile il ferro contenuto nei vegetali, è bene condirli con succo di limone o comunque di agrumi: la vitamina C rende meglio assorbibile il ferro.
  • Per soddisfare i fabbisogni di calcio e vitamina D: per soddisfare il bisogno giornaliero di calcio è necessario assumere integratori alimentari consigliati.
  •  la vitamina D può essere prodotta dal nostro organismo con una regolare e prudente esposizione al sole; inoltre, molti prodotti (come latte di soia o cerali da colazione) spesso sono addizionati in calcio e/o vitamina D.
  • La vitamina B12 è contenuta solo nei prodotti animali. Perciò, chi li elimina completamente, deve necessariamente introdurre la vitamina B12 tramite integratori alimentari consigliati. Ciò è molto importante perché una carenza della vitamina B12 può causare gravi anemie.
nmms
nmms